Ma l’album è compreso? scopriamolo

Ma l’album è compreso? scopriamolo

Ma l’album è compreso? scopriamolo insieme in questo articolo.

Questa è una domanda ricorrente che affronto con tutte le coppie, quindi ho deciso di analizzare accuratamente il discoro “Album”

Ormai sappiamo che il matrimonio di oggi è ben diverso da quello di 10 anni fa, si sono evolute le tendenze, i materiali, la ricerca delle spose per qualcosa che sia non ordinario ma straordinario, tutto questo ha portato anche ad un’evoluzione   del servizio fotografico.

Cosa è Cambiato?

Potrei dire tutto! ma vediamo alcuni punti:

Prima:

  • Per vedere fisicamente le immagini era obbligatorio stamparle (in realtà penso lo sia anche adesso, ma ne parleremo dopo)  quindi era necessario avere un “raccoglitore” che permetteva di sfogliarle.
  • I materiali disponibili per la realizzazione del proprio album erano molto limitati, spesso ci si accontentava scegliendo il migliore che fosse disponibile in commercio.
  • La carta su cui venivano stampate le immagini era limitata a quelle 2/3 scelte.
  • Le aziende che producevano album erano poche e spesso vicino lo studio con tempi di consegna molto lunghi.

Ora:

  • Da qualsiasi device, cluod, sito, social abbiamo la possibilità di vedere le nostre immagini.
  • I materiali per la scelta dell’album sono infiniti ed in continua evoluzione
  • E’ diventato un oggetto anche di design da tenere esposto
  • I processi di stampa sono molti e su carte diverse
  • Ci sono tantissime aziende sia in Italia che nel mondo che oggi producono album, capaci di realizzarlo in pochissimi giorni e spedirlo in tutto il mondo.

Bè la situazione credo sia lampante per tutti.

Ora voglio farvi delle domande, ma rispondete sinceramente:

  • quando comprate una casa nuova gli arredamenti sono compresi?
  • E se lo fossero sareste sicuri che vi piacciono?
  • La qualità soddisferebbe le vostre aspettative?
  • sono attuali o è una collezione vecchia?

Di conseguenza:

  • non sarebbe meglio se foste voi a sceglierli?
  • e a scegliere quanto spendere?
  • a sceglierne il colore, il modello, la disposizione ecc?
  • essere sicuri che siano appena usciti, modelli nuovi e di tendenza?

Ecco! credo che le risposte siano facilmente deducibili.

Il fotografo e l’album

Le risposte alle domande che avete dato prima dovete farle anche per il vostro Album.

Se l’album fosse incluso nel momento in cui venite nel mio studio (circa 1 anno prima):

  • sono sicuro che sia di mio gusto?
  • sarà un modello nuovo?
  • la qualità sarà alta o bassa per rientrare in quel prezzo?
  • se lo voglio variare quanto mi costerà?
  • Avrò possibilità di fare personalizzazioni, di sceglierne la misura e il tipo di carta?
  • Ho una garanzia?
  • se volessi un album meno costoso di quello proposto?

Come vedete per quanto sia facilmente abbinabile “servizio fotografico = album” non è proprio così, io personalmente non includo mai l’album nel servizio e vi spiego il perchè:

L’album è solo la fine di un percorso:

Ho sempre creduto che un fotografo non si deve limitare a fotografare, deve entrare in empatia con voi, ascoltare i vostri desideri, scongiurare le vostre paure, ma sopratutto conoscervi, d’altronde per raccontare una storia devi farne parte.

Ecco queste per me sono le fondamenta del servizio fotografico, l’inizio, senza il quale non si possono costruire muri e figuriamoci le rifiniture.

L’album è la vostra rifinitura finale, sarà lo scrigno che racchiuderà i vostri ricordi, per questo ha bisogno di una scelta accurata, fatta da voi stessi a mente fredda ma non 1 anno prima, sfruttando a pieno le novità e le tendenze del momento per poterlo abbinare magari al vostro salotto, permettendovi di averlo sempre in vista e non chiuderlo in un armadio buio.

Bè ragazzi è il vostro giorno più bello, l’inizio di una nuova vita e una nuova famiglia o sbaglio? Quindi voi chiudereste nel dimenticatoio il vostro amore? non credo…

 

L’album è un costo, perchè pagare prima per una cosa che si avrà dopo?

E’ si care spose lo sappiamo il matrimonio ha dei costi, se poi ci andiamo a mettere anche quelli in più naturalmente dovremmo fare delle rinunce.

Quando chiamate un fotografo lo contattate perchè è veramente l’unica persona che può farvi rivivere le emozioni attraverso le immagini, sarà con voi l’intera giornata spesso anche 12 ore consecutive, se non c’è una wedding planner vi guiderà con i tempi, poi finita la festa tornerà nel suo studio preoccupandosi di mettere al sicuro le vostre immagini, di sceglierle e lavorarle per far si che il vostro giorno sia unico, ma naturalmente tutto questo ha un costo , (riprendiamo l’esempio della casa, chi costruirà il muro avrà un costo per la sua giornata oltre il materiale che userà)la stessa cosa è per il vostro fotografo, quindi lo possiamo riassumere così:

COSTO DEL FOTOGRAFO + COSTO DELL’ALBUM = SPESA TOTALE  (circa 1 anno prima)

Ora immaginate che tenete cosi tanto alle vostre immagini, tanto da non voler rinunciare al vostro fotografo di cui vi siete innamorati, ma immaginate anche che il vostro budget non sia sufficiente da coprire nello stesso momento il costo del servizio e il costo dell’album, quindi cosa fare?

La prima cosa che direte è costa troppo, troviamo qualcosa di più economico, insomma vi accontentate di qualcuno che non è quello che volevate.

Ecco perchè ho deciso di non includere l’album, per dare la possibilità alla mie coppie di assicurarsi prima di tutto il servizio che è quello che garantirà per sempre il ricordo di quella giornata, per poi in un secondo momento, sedersi in tutta calma e COSTRUIRE insieme sia a livello di budget che di gusto l’album perfetto!

Ora possiamo riformulare il tutto così:

COSTO DEL FOTOGRAFO = COSTO TOTALE  (Circa 1 anno prima)

COSTO DELL’ALBUM (circa 1 anno dopo, totalmente in base ai vostri gusti e al vostro budget)

La mente fredda

Quando si organizza un matrimonio sappiamo bene quanto tempo, stress e scelte bisogna fare, spesso bisogna farle in un tempo abbastanza ristretto e per quanto siete bravi, qualcosa spesso viene scelto di pancia, di fretta.

Poi magari a mente fredda ragionando sulla scelta fatta, sorgono i primi dubbi:

  • era meglio l’altra opzione?
  • forse era più bello dell’altro colore?
  • forse è troppo grande o troppo piccolo non si intona con il tema del matrimonio

capita a tutti ma presi dalla stanchezza delle mille cose il più delle volte ci accontentiamo.

E se questo accadesse proprio sull’album? Sullo scrigno che dovrà contenere il ricordo del vostro giorno? oh.. abbiamo un problema!

Ragioniamo con una diversa prospettiva:

Immaginate che avete ingaggiato il vostro fotografo preferito, quello che seguivate da tempo, il grande giorno è passato con successo e dopo esservi rilassati nel viaggio di nozze, sistemati gli ultimi dettagli della vostra nuova casa, vi sedete e magari di fronte ad un caffè, guardando insieme le immagini del vostro matrimonio, emozionandovi ancora come in quel giorno e solo ora iniziate a costruire il vostro prezioso album.

Non avete più lo stress dell’organizzazione, del budget, del qualcosa che possa andare storto, la vostra mente è libera, bene ora sono sicuro che quello che sceglierete sarà veramente su misura per voi e rappresenterà a pieno i vostri desideri.

Allora è veramente meglio sceglierlo dopo l’album?

Bè io lo dico sempre che non esiste una cosa giusta o sbagliata, per anni anche io includevo l’album in un unico pacchetto, poi ho iniziato a usare una prospettiva diversa, a non vincolare gli sposi all’acquisto di un oggetto che in quel preciso momento non era necessario, che avrebbe fatto sicuramente salire il costo ma, sarebbe servito solo più tardi.

Ricordatevi con quanta attenzione avete scelto il vestito, le bomboniere i fiori e tutti i dettagli, ora dedicate la stessa attenzione all’ultimo dettaglio e forse anche il più importante, lo scrigno che racchiuderà i vostri ricordi!

 

Al prossimo articolo 😉

Alessio

 

Sbircia tra le mie storie di matrimonio clicca qui 🙂

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *